GUIDA AL FOREX: come iniziare

Per iniziare a muovere i primi passi nel mercato del Forex occorre seguire passo passo le indicazioni di questa guida la forex:

  • Una cifra da investire (non inferiore a 600 euro)
  • Un (buon) Personal Computer
  • Una (buona) connessione Internet
  • Un minimo di conoscenze per usare PC e Internet
Dotazioni base per il forex

A questo punto dobbiamo trovare un Forex Broker valido e affidabile per aprire il nostro primo conto DEMO e iniziare a operare con soldi virtuali. Qualcuno direbbe “simile a un video game”: infatti un conto DEMO consente di iniziare a entrare nel meccanismo del trading simulando in modo abbastanza fedele quello che accade con un account REALE.
La cosa più importante da ricordare è che per diventare dei professionisti del trading su Forex è necessario (come in tutte le cose) fare pratica e conoscere i vantaggi, ma anche i rischi, che gli investimenti finanziari comportano.

Piattaforme dei BrokerQuasi tutti i broker online offrono la possibilità di aprire un conto DEMO, che permette di fare pratica alle condizioni reali di mercato eliminando la componente “rischio” presente in ogni operazione. Spesso le società broker danno in dotazione la medesima piattaforma che si utilizza in “reale” per poter effettuare delle prove con dei conto DEMO dove i soldi persi o guadagnati sono una pura simulazione.

Da non dimenticare...

Attenzione, non dimenticate mai: investire denaro nel Forex costituisce una delle forme di investimento più rischiose che esistano... e questo dovrebbe metterci in guardia, poiché mai dovremmo investire soldi che non possiamo permetterci di perdere. Ripeto, *mai*.

Compreso questo, va anche detto che le Banche investono nel Forex circa il 70% della loro liquidità... un motivo deve pur esserci...!

Investire nel Forex significa mettere i soldi dove li mettono i “grandi”, significa che se ci saprai fare, potrai realizzare grossi profitti, ma significa anche essere nella “gabbia dei leoni”, perché se perderai, i tuoi soldi finiranno nelle tasche delle Banche.

Il Forex è un mercato MOLTO LIQUIDO, questo ci garantisce che non possa essere facilmente manipolabile (diversamente dalle Azioni in Borsa).

Cosa intendo per “manipolabile”? Intendo dire che grossi investitori (Banche, Istituzioni, broker finanziari ecc...) possono immettere molti soldi nel mercato cercando di “muovere” le quotazioni in una direzione che a loro possa fare comodo. Attenzione: questo può avvenire (e avviene costantemente) anche nel Forex, ma grazie alla enorme liquidità del mercato, le Banche riescono solo per pochi minuti a “muovere” il mercato, perciò, operando in “Time-frame” adeguati, è possibile evitare di rimanere vittime di queste manovre. Ma come fare a produrre profitto se il mercato è imprevedibile e le Banche ci mettono i “bastoni tra le ruote”?

COME SI COMINCIA: APRIRE IL PRIMO CONTO FOREX

Una volta scelto il Broker per prima cosa, Vi consiglio di aprire un conto DEMO.

Scaricate MetaTrader (cliccando qui oppure direttamente dal sito del Broker) e installatelo. Come “Login” potete utilizzate i dati che avete generato in fase di registrazione, oppure create un nuovo conto Demo direttamente da MetaTrader. Ricordate che la “username” è sempre numerica e coincide con il numero del conto.

Una volta autenticati, siete pronti: avete un capitale “virtuale” a disposizione e potete iniziare a “sperimentare” le funzionalità del MetaTrader. Vi consiglio di provare subito se funzionano gli EA che avete acquistato, in questo modo inizierete ad “assaggiare” l'abbinamento “Broker-EA”. In ogni caso, ribadisco: occorre documentarsi, oppure scrivere una mail al supporto del Broker per essere certi che il conto “live” (reale) supporti gli EA (Expert Advisor), in quanto non è detto che sia così, perfino se sul DEMO dovessero “girare” tranquillamente!

Per quanto riguarda MetaTrader, può sembrare complicato all'inizio, ma non spaventatevi, la guida è ben fatta e vi troverete a vostro agio rapidamente. Vi conviene familiarizzare con MetaTrader, perché non ci sono molte alternative se vogliamo usare dei validi EA commerciali.

COME SI CALCOLA IL VALORE DI UN “PIP”

(vai al calcolatore)

Esistono tre tipologie di coppie di valute:

  1. Dirette: EUR/USD, GBP/USD, AUD/USD, NZD/USD.
  2. Indirette: USD/JPY, USD/CHF, USD/CAD.
  3. Cross, in questi casi il Dollaro non è coinvolto: EUR/GBP, GBP/JPY, EUR/JPY (nonché altre meno famose).

Il valore di un pip viene calcolato in questo modo:

  1. Valute Dirette (USD è la valuta quotata, per esempio EUR/USD).

    Formula: Valore Pip = 1 pip x Trade Size.

    Ad esempio, operando su 1 mini lotto ($10.000), il valore sarà:

    0,0001 x 10.000 = $1.

    Il risultato è in USD e va quindi convertito in EUR:

    Valore pip / Quotazione di cambio corrente EUR/USD.

  2. Valute Indirette (USD è la valuta base).

    Formula: Valore Pip = 1 pip x Trade Size / Quotazione di cambio corrente.

    Ad esempio, operando su USD/CAD con 1 mini lotto di $10.000, il valore sarà: 0,0001 x 10.000 / 0,9853 = $1,0149

    Attenzione: il valore di cambio corrente (in questo caso 0,9853) è un valore variabile.

  3. Valute Cross (per esempio EUR/GBP).

Formula: Valore Pip = 1 pip x Trade size x Quotazione di cambio corrente.

Ad esempio, operando su 1 mini lotto di $10.000, il valore sarà:

0,0001 x 10.000 / Prezzo corrente.

Il risultato è in USD e va quindi convertito in EUR:

Valore pip / Quotazione di cambio corrente EUR/USD.

Esiste un'eccezione: lo Yen giapponese (JPY), in questo caso il valore si calcola prendendo il secondo punto decimale: 0,01.

Questo è ObiettivoForex.it

Tutto quello che ti Forex per la testa!


Giuda al Forex
CSS Valido!

 

ObiettivoForex.it - Copyright 2011-2015
Tutto quello che ti Forex per la testa!

New Ethical Trading Ltd - Seychelles - IBC No 139932 - info@obbiettivoforex.it

AVVISO SUI RISCHI: Il Trading Forex (foreign exchange) comporta un alto livello di rischio, e puo' non essere adatto a tutti gli investitori. Prima di decidere di investire in valuta estera si dovrebbero considerare con attenzione i vostri obiettivi di investimento, il livello di esperienza, e il rischio di diventare venali. Esiste la possibilita' che si possa verificare una perdita di alcuni o di tutti gli investimenti iniziali, e quindi non si deve investire denaro che non ci si puo' permettere di perdere. Si deve essere consapevoli di tutti i rischi associati allo scambio commerciale con l'estero, e in caso di dubbi, chiedere il parere di un consulente finanziario indipendente.